Il fuoco fatuo nel bosco

Image and video hosting by TinyPic

È una notte estiva e sto passeggiando in un parco con una cara amica. L’aria tiepida porta sollievo sui nostri volti accaldati dal sole cocente del giorno trascorso.
Stiamo parlando delle solite cose, del più e del meno, di come va la vita. Ad un certo punto lei si apre e decide di raccontarmi un segreto. Mi dice che nel bosco vicino al parco in cui ci troviamo, ha scoperto una cosa stranissima. Raggiungendo un posto preciso – che lei ricorda come “il luogo centrale privo di alberi con una grossa roccia da una parte” – si può assistere alla manifestazione di un fuoco fatuo che ti avvolge tutto il corpo con effetti benefici.
Spinta dalla curiosità e dalla passione per il mistero, chiedo all’amica di accompagnarmi nella zona in questione. Dopo una breve camminata arriviamo a destinazione. Le tenebre sono fitte. La vegetazione lascia a malapena passare qualche raggio di luce lunare. Gli alberi che circondano lo spiazzo appaiono come gigantesche sagome sinistre con braccia nodose che si allungano verso il cielo. Mentre il grosso masso laterale sembra un buco nero pronto a inghiottire tutto. Nonostante il buio e l’atmosfera misteriosa, avverto una sensazione di sicurezza e familiarità. Mi sposto proprio al centro della zona priva di vegetazione e cerco di concentrare lo sguardo nell’oscurità per vedere qualcosa. Un attimo dopo si alza da terra un pulviscolo luminoso di colore rosso brillante. La mia amica dice qualcosa a voce alta, forse “guarda, sta succedendo”, ma le parole si perdono nella notte. Il pulviscolo brillante aumenta e si compatta diventando simile a una fiamma. Il fuoco fatuo magico inizia ad avvolgermi. Nel momento in cui finalmente sono completamente avvolta da esso, inizio a vedere me stessa dall’esterno. È come se fossi un fiammifero o lo stoppino di una candela. Vicino al mio corpo la fiamma ha una sfumatura più chiara, e più si allontana più acquisisce un rosso vermiglio, più carico e scuro. Sembra un fuoco, ma non brucia, non è né freddo, né caldo, è come se non esistesse, come se fosse un’illusione. Dopo un po’ la luce sparisce e ritorna l’oscurità.


Licenza Creative Commons

Questo testo di Monique Namie
è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.


Annunci

4 pensieri riguardo “Il fuoco fatuo nel bosco

  1. C’è una base autobiografica in questo racconto? I fuochi fatui mi riportano all’infanzia…la prima volta ne sentii parlare in prima o seconda elementare e la maestra ci disse che si sprigionavano dalle tombe…insomma fu qualcosa che mi colpì molto 😊

    Liked by 1 persona

    1. Qualcosa di reale in effetti c’è. L’amica che ho sognato esiste veramente, e fu proprio lei anni prima a raccontarmi di aver visto un fuoco colorato spuntare dal terreno di un campo incolto. Non ricordo se mi diede anche una spiegazione logica al fatto, o se la cercai io tempo dopo. Comunque fu una cosa che colpì molto anche me. Allo stesso modo mi intrigano i fuochi di Sant’Elmo. Insomma sono attratta dal fuoco. 😛

      Liked by 1 persona

      1. Vedi che bello parlare con persone che sanno erudirti su cose di cui sei ignaro…non conoscevo i Fuochi di Sant’Elmo! E allora ricambio con le Figure di Lichtenberg (ma sento che, addentrata come sei nei misteri, forse le conosci già :D).

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...