Venti watt / Twenty Watt

(It) NdA
Si dice che il cervello umano necessiti di circa venti watt di energia continua per funzionare. Se ci si pensa, è anche l’energia necessaria per alimentare una lampadina a basso consumo.
(Eng) AN
It is said that the human brain needs more or less twenty watt of continuous energy to work. Upon reflection, this is also the amount of energy that could activate a low-power light bulb.

Free Image Hosting at FunkyIMG.com
Cerco la lingua rossa
della candela estinta
nei corridoi e nelle stanze.
Cerco negli incavi dei bracieri
saturi di cose incenerite.
Vorrei scavare e disseppellire.
Ricordi, abiti, gesti buoni.
Appare un edificio
assopito nella campagna
cullata da una ninna nanna elettrica.
È il treno che taglia a metà il nulla.
Era la residenza di una principessa
che voleva un castello
reso instabile dal vento che portò via le carte.
Cerco la storia dentro i muri
come se i fantasmi si potessero toccare.
Poi arrivano occhi accesi
che germogliano nella mia mente
e sono occhi parlanti
che dicono: “sono qui per te”.
Allora vorrei abbracciare la fiamma
ma ho mani coperte d’acqua
e dipinti di neve sul corpo
a soffocare ciò che arde.
Sento il rumore delle ciglia
di occhi giovani e curiosi
che s’alzano come ali al rallenty.
Quando la torcia le illumina
sembrano campane a vento
che mi chiedono:
“dove va il fuoco
quando la fiamma muore?”


Licenza Creative Commons “Venti watt” © Monique Namie
è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.


Twenty Watt

I look for the red tongue
of the extinguished candle
in corridors and rooms.
I look into the braziers’ hollows
full of incinerated things.
I’d like to excavate and dig up.
Memories, clothes, good acts.
The building appears
drowsing in the countryside,
cradled by an electric lullaby.
It’s the train that cut nothingness in half.
It was the home of a princess
who wants a castle,
but the wind, which took the cards away, made it unstable.
I look for the history inside the walls,
like ghosts could be touched.
Then bright eyes arrive
and germinate in my mind.
Those speaking eyes say:
“I’m here for you”.
Then I’d like to embrace the flame,
but I have hands covered with water
and painting of snow on the body
that extinguish what burns.
I hear the sound of the eyelashes
of young and curious eyes,
which rise like wings in slow-motion.
When the torch enlightens them
they seem wind chimes
that ask me:
“where does the fire go
when the flame dies?”


Licenza Creative Commons“Twenty Watt” © Monique Namie
is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.


2 pensieri riguardo “Venti watt / Twenty Watt

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...