Modi di dire cinesi – Il signor Ye ama i draghi

Il testo da cui trae origine questo chengyu si trova nel Xinxu (新序) “[Storie] nuovamente riordinate”, una raccolta di racconti moraleggianti curata da Liu Xiang (刘向), scrittore e intellettuale confuciano della dinastia Han. La storia del signor Ye si trova nel quinto rotolo, in cinese juan (卷), che tratta argomenti di natura miscellanea.
Quando si dice che il signor Ye ama i draghi si fa riferimento a qualcuno che dichiara di essere appassionato di ciò che invece teme, qualcuno che ha quindi una doppia faccia. Le cose non sono come sembrano, l’apparenza esterna e la realtà interna non coincidono.
Il dizionario lo rende in italiano così: “Tal piglia leoni in assenza chi teme un topo in presenza”.

Testo in lingua originale

叶公好龙

鲁哀公经常向别人说自己是多么地渴望人才,多么喜欢有知识才干的人。有个叫子张的人听说鲁哀公这么欢迎贤才,便从很远的地方风尘仆仆地来到鲁国,请求拜见鲁哀公。
子张在鲁国一直住了七天,也没等到鲁哀公的影子。原来鲁哀公说自己喜欢有知识的人只是赶时髦,学着别的国君说说而已,对前来求见的子张根本没当一回事,早已忘到脑后去了。子张很是失望,也十分生气。他给鲁哀公的车夫讲了一个故事,并让车夫把这个故事转述给鲁哀公听。 
 然后,子张悄然离去了。
终于有一天,鲁哀公记起子张求见的事情,准备叫自己的车夫去把子张请来。车夫对鲁哀公说:“他早已走了。”
鲁哀公很是不明白,他问车夫道:“他不是投奔我而来的吗?为什么又走掉了呢?”
于是,车夫向鲁哀公转述了子张留下的故事。那故事是这样的:
有个叫叶子高的人,总向人吹嘘自己是如何如何喜欢龙。他在衣带钩上画着龙,在酒具上刻着龙,他的房屋卧室凡是雕刻花纹的地方也全都雕刻着龙。天上的真龙知道叶子高是如此喜欢龙,很是感动。一天,真龙降落到叶子高的家里,它把头伸进窗户里探望,把尾巴拖在厅堂上。这叶子高见了,吓得脸都变了颜色,惊恐万状,回头就跑。真龙感到莫名其妙,很是失望。其实那叶公并非真的喜欢龙,只不过是形式上、口头上喜欢罢了。

La mia traduzione

Il signor Ye ama i draghi
Il signor Lu Ai raccontava spesso agli altri di quanto desiderasse ardentemente i talenti, e di quanto gli piacessero le persone colte e competenti. Un uomo di nome Zi Zhang sentì dire che Lu Ai accoglieva le persone di talento, quindi arrivò da lontano fino nello Stato di Lu e, stanco per il lungo viaggio, chiese di vedere il signor Lu Ai.
Zi Zhang soggiornò per sette giorni nello Stato di Lu senza vedere nemmeno l’ombra di Lu Ai. In realtà Lu Ai aveva detto che gli piacevano le persone colte solo per seguire la moda del momento e imparare a parlare come gli altri monarchi. Non aveva dato importanza a Zi Zhang che era andato a trovarlo, e l’aveva già dimenticato. Zi Zhang era deluso e molto arrabbiato. Raccontò una storia al cocchiere di Lu Ai e gli chiese di riferirla al suo signore. Dopodiché, Zi Zhang se ne andò amareggiato.
Finalmente un giorno a Lu Ai tornò in mente che Zi Zhang aveva chiesto di vederlo, e ordinò al suo cocchiere di farlo venire. Ma il cocchiere disse: «Se n’è già andato».
Il signor Lu Ai non capì e chiese al cocchiere: «Non era venuto da me in cerca di rifugio? Perché se n’è già andato?»
Così, il cocchiere raccontò al signor Lu Ai la storia che gli aveva riferito Zi Zhang. La storia è questa:
C’era un uomo di nome Ye Zigao che si vantava sempre con gli altri di quanto gli piacessero i draghi. Aveva draghi disegnati sulla fibbia della cintura, draghi incisi sul servizio di calici da vino, draghi scolpiti in ogni intarsio decorativo della camera da letto della sua abitazione. Il vero Dragone Celeste, venuto a conoscenza del fatto che a Ye Zigao piacevano così tanto i draghi, si commosse. Un giorno il vero Dragone atterrò in casa di Ye Zigao, allungò la testa dentro una finestra per dare un’occhiata e trascinò la coda nel salone. Quando Ye Zigao lo vide, la sua faccia cambiò colore per la paura, si girò e scappò via terrorizzato.
Il vero Dragone si sentì profondamente deluso. In realtà al signor Ye non piacevano davvero i draghi, gli piacevano solo formalmente e a parole.


Fonte:
Materiali integrativi su Re Jie di Xia e Re Zhou di Shang


© MONIQUE NAMIE
SOSTIENI IL MIO BLOG
Instagram
Monique Namie


2 pensieri riguardo “Modi di dire cinesi – Il signor Ye ama i draghi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...