Vita da portalettere: pericoli a quattro zampe

Se il cane è il miglior amico dell’uomo, è anche uno dei peggiori nemici del portalettere.
Non è chiaro il motivo per cui la maggior parte dei cani impazzisce quando arriva un postino. Una teoria che gira nel mio ufficio è che ai cani dia fastidio il rumore dello scooter, ma io ho costatato che questi abbaiano anche quando lo scooter è spento. La mia idea è che si tratti di un mix di elementi a dare fastidio al cane, e che uno dei principali sia la divisa del postino, il casco soprattutto.
I due sensi più sviluppati del cane sono in ordine olfatto e udito. La vista non è molto buona, motivo per cui credo che quando un postino si avvicina, loro lo vedano come un essere spaventoso con una testa gigante (dovuta al casco). Inoltre, secondo studi scientifici, gli unici colori che i cani vedono pare siano il giallo e blu. Il giallo e il blu sono anche i colori principali della divisa del portalettere: scarpe blu (più copri-pantaloni blu durante l’inverno) e giubbetto rifrangente di un giallo accesissimo, inoltre anche lo scooter è giallo. Questi poveri animali si vedono arrivare a casa un individuo su un mezzo rumoroso, con una testa enorme e colorato come le luci di una discoteca. Risultato: il cane si agita non poco. Che ne pensate?

Ecco la tipologia di cani che ho incontrato:

1) Il cane saltatore
Devo mettere la posta dentro la cassetta, ma quando allungo la mano il cane dentro alla recinzione (che consta di un muretto spaventosamente basso) salta in direzione della mia mano come se fosse su un tappeto elastico abbaiando e ringhiando minacciosamente.

2) Il cane incerto
Abbaiare o non abbaiare? Mi è capitato di portare posta in una casa che aveva un cane particolare. Anche con lo scooter spento questo cane arrivava di corsa abbaiando fino al cancello e una volta arrivato si azzittiva e tornava verso la porta di casa. Per ripetere di nuovo l’operazione finché restavo nei paraggi. Corsa forsennata verso il cancello, bau bau bau. Silenzio. Ritorno tranquillo verso casa. Nuova corsa verso di me, bau bau bau. Silenzio. Ritorno tranquillo verso casa. Mah.

3) Il cane a passeggio
Non mi aspettavo che un cane durante una tranquilla passeggiata al guinzaglio col padrone potesse sentirsi minacciato da un postino che passa di lì per caso. Eppure è successo. Stavo consegnando posta in una zona di villette a schiera. Avevo visto il cane al guinzaglio, ma ero abbastanza tranquilla, finché questo non ha iniziato ad abbaiarmi contro strattonando il guinzaglio del padrone. Mi sono allontanata subito e pure il padrone ha iniziato a correre per allontanarsi da me.

4) La trottola canina
Mi è capitato anche questo. Vedendomi arrivare, un pastore tedesco è impazzito nel prato di casa in modo particolare. Correva velocissimo in tondo in modo continuato abbaiando, come se rincorresse la propria coda. Ha girato in quel modo per tutto il tempo in cui sono rimasta ferma al civico del vicino. Quando sono arrivata davanti al suo cancello ha smesso di fare la girandola ed è venuto a saltare contro l’inferriata del cancello.

5) Il cane sciolto
Questo è il mio terrore più grande. Trovare dei cani liberi di muoversi fuori dal recinto. Durante il corso sulla sicurezza sul lavoro ci hanno parlato solo di cani randagi che possono attraversare la strada nel momento sbagliato, ma la verità è che in zone periferiche si possono trovare anche cani di proprietà di qualcuno e liberi di muoversi fuori dal cancello di casa.
Dovevo consegnare una raccomandata a un civico che si trovava in una via interna, lontano dal traffico della strada centrale. Un ragazzo stava giocando a pallone fuori dal recinto e aveva lasciato il cancello socchiuso. Ho suonato il campanello ed è uscito un bambino piccolo seguito da un cagnetto. Il bambino è corso dentro a chiamare sua mamma, mentre il cane ha trovato il cancello aperto. Ho visto il cane fiondarsi fuori abbaiando e nonostante fosse di piccola taglia mi sono spaventata. Sono tornata verso lo scooter gridando qualcosa tipo: “Aiuto, mi vuole mangiare”. Il ragazzo ha lasciato perdere il pallone e ha fatto rientrare subito il cane. E poi è uscita anche la madre gridando: “Che cosa sta succedendo qui?!” Niente signora, ho solo la fobia dei cani sciolti.
Il mio consiglio su chi si trova ad affrontare cani sciolti è quello di non fare gesti bruschi perché il cane può sentirsi più minacciato e attaccare.


© MONIQUE NAMIE
SOSTIENI IL MIO BLOG
Instagram
Monique Namie


8 pensieri riguardo “Vita da portalettere: pericoli a quattro zampe

  1. non solo ai portalettere capitano queste cose, anche agli escursionisti. Tempo fa stavo percorrendo un sentiero che costeggiava una casa di campagna, ne escono due grossi cani che arrivano di corsa abbaiando a più non posso, sciolti, senza nessun padrone nelle vicinanze. Io che di solito parlo con gli animali mi metto a fare un discorso. “E’ inutile che abbai, lo vedi il sentiero, devo passare di qua” Loro nulla continuavano, sono rimasto lì almeno 10 minuti, fintanto che uno dei due si è arreso. Allora mi sono rivolto all’altro “Hai visto tuo fratello ha capito, vedi un po’ di fare altrettanto perché ho già perso troppo tempo dietro a voi” Dopo un po’ ha ceduto anche l’altro…
    Ad ogni modo avere a che fare con cani rabbiosi ogni giorno non dev’essere facile, prova a fargli qualche discorso….

    Piace a 1 persona

    1. Già torno in ufficio in ritardo, se devo fare un discorso a ogni cane che trovo, torno direttamente la mattina dopo 😂 Più che per il tuo discorso, penso che i cani a un certo punto se ne sono andati perché non sono riusciti a spaventarti e hanno capito che non eri una minaccia.

      Piace a 1 persona

  2. Una volta mi è stato spiegato che i postini, dal punto di vista del cane, sono degli estranei che provano ad entrare nel ‘territorio’ di casa senza mai riuscirci, visto che il padrone li lascia fuori. E di conseguenza vengono interpretati come pericolosi intrusi.

    (non essendo un cane, posso solo riportare questa teoria senza confermarla né smentirla) 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Credo sia molto plausibile. L’ho letto anch’io da qualche parte. Ho letto anche un’altra cosa interessante: poiché il postino si ferma nei dintorni dell’abitazione per brevissimo tempo, il cane si convince di averlo spaventato e che se ne sia andato per merito suo 😄

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...