Poesie sull’amore

Penso che il tema dell’amore romantico nelle poesie sia spesso abusato. Tuttavia, nel momento in cui si cerca di porre maggiore risalto alle sue sfumature sconosciute, credo che questo sentimento possa essere trattato anche in modo originale. Questo è quello che cerco di fare io, lasciandomi guidare anche dalla mia passione per la fantascienza e per il sovrannaturale.


Di seguito la lista delle mie poesie incentrate sul sentimento dell’amore e sulle sue sfumature:

5 pensieri riguardo “Poesie sull’amore

  1. Effettivamente è come dici! La stragrande maggioranza delle produzioni a tema amoroso ricadono nello stucchevole, o negli stereotipi. In Italia – e ne faccio un cenno dopo il Nobel per la Letteratura a Dylan, che tanto ha fatto discutere – trovo che una strada originale sia stata iniziata da De Gregori con i suoi testi, ma anche lo stesso Mogol. La voglia di reinventare il tema, cambiando scenari (il Supermarket, l'”Inferno Rosa”, la Venere di Rimmel etc.) serve proprio a personalizzare il tema, a renderlo originale e a vestirlo di sé. In caso contrario, il rischio della “deriva stilnovistica” o l’abuso di stilemi che alla fine convergono sempre nelle solite 4-5 parole, è dietro l’angolo. Io ho un po’ timore a trattare questo tema, proprio per la sua difficoltà…ci riesco a volte usando l’ironia, a volte calando nel favolistico, e forse più nelle canzoni che in poesia. Mi ero perso alcune tue poesie, ora le leggo! 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Temo che gli scritti che trattano d’amore stereotipato e poco originale finiscano per piacere a un pubblico più ampio. Forse perché molti cercano letture semplici? Non saprei. Io comunque continuo per la mia strada e mi auguro di non cadere mai nello stucchevole. Buona lettura. 😉

      Liked by 1 persona

      1. Non sei mai stucchevole, Monique. Stucchevoli se mai, all’opposto, sono “certe poetesse” (non sono qui su WordPress, a scanso di equivoci, e non farò i nomi in pubblico) che non si capisce di cosa stiano parlando. Sono l’opposto delle banalità amorose ma – di contro – ricadono nel formalismo virtuoso fine a sé stesso, eppure sono osannate, nella loro vuota meccanicità senz’anima. E stucchevole è anche lo studio di materie economiche, giuridiche etc. (non c’entra niente ma volevo sfogarmi dopo due ore di diritto amministrativo ahah!)

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...